È sempre consigliabile eseguire, almeno annualmente, un tagliando di controllo alla vostra bici. Questi controlli aggiungono sicurezza alle vostre biciclettate quotidiane, prevengono danni dovuti ad incuria e costituiscono il migliore investimento sia per conservarla in perfetta efficienza, sia per conservarne il valore per una eventuale rivendita.

Controlli consigliati

se avete manualità ed un minimo di esperienza vi consigliamo di effettuare periodicamente almeno questi controlli di base

1) Freni: controllare lo stato di usura dei pattini dei freni e la loro centratura rispetto al cerchio ruota. Controllare che il filo di comando scorra facilmente nella guaina e che i pattini ritornino In caso di freni idraulici controllare che la leva freno disponga ancora di pressione.

2) Catena e pignone: verificare che la catena sia tesa correttamente e ben pulita. Lubrificarla quindi con grassi per catene di alta qualità.

3) Cambio: Controllare il buon funzionamento del cambio, che l’azionamento del comando sia agevole (un indurimento è sintomo di problemi nello scorrimento del filo di comando nella guaina) e che la cambiata avvenga regolarmente per tutti i rapporti. Se avvertite una tendenza delle marce a sgranare e non avete dimestichezza con le regolazioni del cambio vi consigliamo di recarvi in officina per gli opportuni interventi.

3) Ruote : controllare la pressione di gonfiaggio e lo stato di usura delle ruote. Questo semplice controllo previene l’usura anomala del copertone e consente di aumentare l’autonomia della bici in quanto una ruota sgonfia fa aumentare in maniera significativa l’attrito con il fondo stradale.

4) Batteria Controllare lo stato dei contatti (devono essere puliti e non ossidati) della batteria e del connettore nel quale essa si innesta sulla bici. Ricaricare la batteria in un luogo asciutto ed a temperatura ambiente. Ricordate che se prevedete di non usare la bici per un lungo periodo, allora è consigliabile riporla in un luogo fresco e non umido caricandola prima fino a riempirla a circa il 60% (ad es. 3 tacche su 5) . Questo assicura più lunga vita alle batterie che non se fossero immagazzinate a carica piena. Controllate poi ogni 1 o 2 mesi che la carica non sia scesa ad 1 sola tacca perchè, nel caso, va caricata nuovamente a circa il 60%.

5) Check-up all’accensione: verificare che all’accensione il sistema esegua correttamente il ciclo di avvio e non segnali anomalie. Molte batterie hanno un circuito di protezione che le disabilita in caso di lungo inutilizzo o di scarica eccessiva. Se il sistema non dovesse accendersi provare a mettere la batteria in carica per una decina di minuti.

6) Verificare lo stato dei serraggi degli elementi accessori (cestino, portapacchi, cavalletto) e in generale della bulloneria della bici.Se avete montato sul portapacchi della bici un seggiolino per i bambini controllate sempre che sia ben fissato e solidale ad esso.

7) Pulire la bici: questo certamente non è un controllo obbligatorio ma mantenere pulita la bici vi dona più soddisfazione nell’utilizzo e piacere di possederla. Una maggiore pulizia spesso favorisce di riflesso anche una maggiore cura in generale della bici che, se maltrattata e priva di manutenzione, è condannata a deperire più rapidamente di quanto immaginiate.